Notizie Utili

Consigli utili

Di un decesso devono essere informati l’istituto di credito (la Banca) presso il quale si ha un conto corrente, il datore di lavoro, l’ente pensionistico (Inps) o il Patronato  e gli istituti assicurativi ai quali successivamente  si consegnerà il certificato di morte.

Documenti del defunto

La carta di identità va riconsegnata al Comune.
Il Passaporto ed il porto d’armi vanno riconsegnati alla Questura.
La patente va spedita alla Motorizzazione Civile.
La tessera sanitaria può essere conservata dai familiari.

La pensione

Consegnare il certificato di morte, il libretto della pensione, la fotocopia della carta d’identità, la fotocopia del codice fiscale del defunto e l’ultimo documento bancario se la pensione fosse accreditata su conto corrente, all’Inps o al Patronato di competenza.

La successione

Per procedere alla successione è necessario rivolgersi ad un professionista o ad uno studio competente entro 12 mesi dal decesso del proprio caro.

La successione può essere testamentaria quando il defunto redige un testamento  oppure ereditaria quando non sussiste il testamento e quindi i beni del defunto spettano agli eredi legittimi, fino al 6°grado di parentela (In Italia).

Le utenze

Per disdire o procedere ad un subentro dei contratti Enel, Gas, Telefono chiamare i numeri verdi presenti sulle bollette.

Per il contratto dell’acqua potabile per la tassa sui rifiuti rivolgersi all’ufficio tecnico del proprio comune.

Per il canone Rai inviare una raccomandata RR a: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Territoriale di Torino l – Sportello S.A.T. – Casella Postale 22-10121 Torino.

I veicoli

Per il passaggio di proprietà di qualsiasi veicolo, che è consigliabile effettuare entro 60 giorni dal decesso del proprio familiare, rivolgersi all’ACI o ad una Agenzia privata di pratiche automobilistiche.

Spese funebri

Le spese sostenute per il servizio funebre sono in parte detraibili, precisamente nella misura del 19% dell’importo massimo di euro 1.550,00.

L’importo detraibile non varia anche se sono più familiari a sostenere la spesa, ma la detrazione potrà essere frazionata tra gli aventi diritto con una dichiarazione di ripartizione delle spese.

Gli aventi diritto sono: il coniuge (anche se legalmente separato), i figli legittimi o adottivi, i nipoti diretti, i genitori, i generi, le nuore, i fratelli e sorelle germani o unilaterali, il suocero, la suocera, i nonni e le nonne.

Armi da fuoco

Entro 8 giorni dal decesso comunicare il cambio di detenzione ai Carabinieri di zona per i successivi adempimenti

Funerale in vita

E’ possibile stipulare, in vita, una polizza assicurativa denominata “funerale in vita”, che permette di accantonare, mensilmente oppure “una tantum”, una somma destinando come beneficiario un’impresa funebre di fiducia.

Nella polizza saranno specificati tutti i desideri da esaudire in termini di organizzazione del servizio funebre; per la stipula della stessa ci si potrà rivolgere ad una compagnia assicurativa che offre questo prodotto o alla nostra associazione di categoria Federcofit.

Siamo a disposizione del cliente per qualsiasi ulteriore ed eventuale chiarimento su tutte le tematiche trattate.